Loading...

giovedì 10 marzo 2011

capitolo IVX

E il piccolo principe continuò: 
"il tuo pianeta è così piccolo che in tre passi ne puoi fare il giro. non hai che da camminare abbastanza lentamente per rimanere sempre al sole. quando vorrai riposarti camminerai e il giorno durerà finchè tu vorrai"
"non mi serve a molto", disse l'uomo. "ciò che desidero soprattutto nella vita è dormire"
"non hai fortuna" disse il piccolo principe.
"non ho fortuna", rispose l'uomo. "buon giorno" e spense il suo lampione.
quest'uomo, si disse il piccolo principe, continuando il suo viaggio, quest'uomo sarebbe disprezzato da tutti gli altri, dal re, dal vanitoso, dall'ubriacone, dall'uomo d'affari. tuttavia è il solo che non mi sembri ridicolo. forse perchè si occupa di altro che non di se stesso. 
ebbe un sospiro di rammarico e si disse ancora: questo è il solo di cui avrei potuto farmi un amico. ma il suo pianeta è veramente troppo piccolo, non c'è posto per due...
quello che il piccolo principe non osava confessare a se stesso, era che di questo pianeta benedetto rimpiangeva soprattutto i suoi millequattrocentoquaranta tramonti nelle ventiquattro ore.


Il punto è che a volte non è necessario comprare grandi libroni per imparare a stare al mondo: gli insegnamenti più importanti arrivano anche solo a pagina 70 di un libretto ingiallito senza la copertina rigida.

G.

9 commenti:

  1. ‎"Gli uomini coltivano 5000 rose nello stesso giardino... e non trovano quello che cercano... e tuttavia quello che cercano potrebbe essere trovato in una sola rosa o in un po' d'acqua. Ma gli occhi sono ciechi. Bisogna cercare col cuore!"

    RispondiElimina
  2. ora sì che ci siamo, baby..

    in fondo "l'essenziale è invisibile agli occhi", per questo non compariva il tuo commento! ;)

    RispondiElimina
  3. Ma gome sei alternativissima a scrivere le cose a testa in giù!
    -Per fortuna ti salvi con Antoine-

    RispondiElimina
  4. Ok..ora che ho una specie di blog(che terrò nascosto al mondo finchè non avrò trovato un titolo) posso esprimere pubblicamente il mio apprezzamento verso questo blog! :)

    RispondiElimina
  5. silvia rinnovo la mia precedente proposta di matrimonio! mi sento onorata :)

    RispondiElimina
  6. Chiamalo libretto il Piccolo Principe!:)

    RispondiElimina
  7. è che sulla mensola si perde, tra grandi tomi e libri ben più "pesanti".. e ogni volta che me lo ritrovo tra le mani mi chiedo come diavolo si possa scrivere una favola (che non è una favola) come questa..

    RispondiElimina
  8. ti invado il blog,ma è forse "il" libro preferito e non resistevo a condividere il fatto che mi piaceva O.o

    RispondiElimina
  9. scherzi? ogni commento è ben accetto.. e se nel mentre scopro anche che non sono l'unica ad amare le petit prince, tanto di guadagnato ;)

    RispondiElimina